Schegge di vita

Finita la pacchia…

Ogni cosa, bella o brutta, è inevitabilmente destinata a finire. E così anche le ferie.
Che come avevo già anticipato non sono iniziate col piede giusto. Il giorno prima di partire l’ho trascorso al pronto soccorso con mia mamma, a causa di un forte dolore alla schiena. Non hanno riscontrato niente. Solo dopo alcuni giorni, con la comparsa di alcune bolle, hanno scoperto che si trattava di Fuoco di Sant’Antonio. E nel frattempo noi eravamo in un altro Pronto Soccorso, al mare, per una caduta dalla bici di Gabriele che per l’occasione si è rotto un dente, contuso e escoriato varie parti del corpo. Gli hanno messo una stecca gessata per 5 giorni, e così la prima settimana è andata in fumo, senza mare né piscina, né girate in bici.
Ma la fortuna gira (un po’ ciascuno non fa male a nessuno, no?!?) e quindi le ferie sono proseguite senza altri intoppi.
La settimana in montagna è stata fantastica, abbiamo visitato posti meravigliosi di cui parlerò,  camminato in mezzo alla Natura, assaporato piatti magnifici che cercherò di ricreare a casa (a proposito, alla fine di una  settimana in cui ho mangiato di tutto di più, per non incorrere in una non piacevole colica di fegato,  sono stata costretta a chiedere una “mezza porzione”. Mio marito ha gridato al Miracolo, in ventisei anni non mi aveva mai sentito proferire una simile eresia…). Ci siamo svegliati con i muggiti delle mucche nella stalla accanto  noi, con il canto del gallo, con le campane della chiesa. Ci siamo addormentati presto come non ci succedeva da tanto, troppo tempo. E abbiamo anche avuto un tempo clemente, che ci ha dato giornate di sole ma fresche e ventilate. Cosa si può desiderare di più? Già dopo tre giorni avevamo la sensazione di aver trascorso un mese di ferie, per quanto eravamo rilassati.
E ritornare in campeggio per altri cinque giorni è stato quasi traumatico.

Fra i vari regalini per i parenti, sapete cosa ho preso per me? Ho comprato uno di quei souvenir che, se capovolti, fanno il muggito. Lo terrò sul comodino, e al risveglio, capovolgendolo, potrò sentirmi di nuovo là…

p.s. Grazie per essere passati in mia assenza. Mi ha fatto piacere, tornando, trovare i vostri commenti e i vostri saluti. Smack!

Annunci

6 thoughts on “Finita la pacchia…

  1. Ben tornata @Rossana, ora riposati …. e quando vorrai ci parlerai delle tue emozioni ! 🙂
    @Bruno
    Ps. Avevo lasciato, sul tuo post in partenza una mia riflessione “sul tempo e sulle vacanze”, e mi sembra giusto non ripeterla qui …. ora che ti “serve il tempo” per disfare le tue valigie ! 😛

    Mi piace

  2. Ecco, ti aspettavo al varco! Quello che non avevo mai assaggiato e che mi ha davvero conquistata sono i famosi canederli. Hai la ricetta? Vorrei tanto rifarli…Li abbiamo assaggiati agli spinaci, al formaggio e allo speck. Conditi al burro, ma so che li fanno anche a brodo. E poi una favolosa bistecca di cervo…slurp!

    Mi piace

Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra ch'io ho detto la mia...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...