Quattro chiacchiere · Schegge di vita · Senza categoria

Quando la “rete” pesca amicizia

Da un po’ di tempo a questa parte Maurizio si è appassionato all’attività di taglialegna. Nel poco tempo che ha disponibile, per divertimento, ma anche per foraggiare il caminetto che tira come un dannato, raccoglie, taglia e sistema quintali e quintali di tronchi. Un suo amico giardiniere gli mette da parte gli alberi che gli càpita di tagliare e in questo modo si fanno piacere a vicenda: Maurizio perché si ritrova legna a costo zero, e il suo amico perché si trova il piazzale ripulito senza dovere fare falò per eliminare gli alberi tagliati.
Si è attrezzato con motoseghe semiprofessionali (lui le chiama “le bambine”) e nei pomeriggi liberi si dà alla pazza gioia.
Un giorno che aveva bisogno di alcuni consigli si è iscritto ad un forum frequentato da giardinieri, boscaioli e quant’altro e da allora continua a seguirli con piacere e, come càpita, a scambiare battute ed esperienze con gli altri “navigatori” del forum.
Uno di loro, proprietario di un’azienda agricola vicino a La Spezia, ha avuto ingenti danni dall’alluvione recente. Il terreno che prima era coltivato, recintato e ordinato si è ridotto ad un amasso di sassi, tronchi e fango portati dalla furia dell’acqua.
Bene, potenza della rete, in men che non si dica si sono organizzati, sono partiti in dieci alla volta di La Spezia e attrezzati di motoseghe, camion, muletti e due piccole scavatrici, sono andati ad aiutarlo. Insomma, nell’arco di due giorni la differenza era notevole, certo non è come prima, ma almeno quel povero diavolo ha preso una bella dose di ottimismo. Maurizio è tornato a casa la sera stanco, ma pieno di un’energia particolare, data dalla gioia di avere dato un contributo importante per aiutare quell’amico fino ad allora solo “virtuale” e di avere conosciuto di persona anche tutti gli altri del forum, che prima erano soltanto buffi nicknames. Insomma, una giornata di lavoro in allegria, per risollevare sorti e morale di un amico in difficoltà. E alla fine del lavoro, una bella gara di taglio della legna per mettere alla prova e a confronto le “bambine” (che hanno saputo tenere alto l’onore di famiglia 😉 )

Annunci

5 thoughts on “Quando la “rete” pesca amicizia

  1. Una storia bella …. una storia edificante !
    Ci insegna che, facendo sinergia ed empatia delle risorse, anche ad un devastante cataclisma si può porre, umanamente, rimedio !
    E ci dimostra che chi più dà, comunque e senza nulla a pretendere, più si ritrova ad avere, giacchè questo è il modo più nobile di trascorrere l’ esistenza …. in armonia col mondo e con chi penosamente lo abita !
    @Bruno

    Mi piace

  2. E’ l’aspetto bello , bellissimo, della Rete ed è a dimostrazione del fatto che diietro questo schermo di plastica ci siamo Persone e spesso troviamo un’umanità che si mette a disposizione per gli altri, anche “virtuali”.
    Ciao,
    Marirò

    Mi piace

    1. Infatti anch’io la penso così. Se solo due anni fa mi avessero detto che avrei potuto affezionarmi a gente che conoscevo solo attraverso uno schermo, avrei detto che era una follia. Ma adesso, dopo che anch’io ho conosciuto di persona amiche che frequentavo in un forum ed ho scoperto che era come se le conoscessi da anni, so cosa vuol dire. E sono sicura che oltre ad una minoranza di potenziali pericoli, nella rete ci sono anche un’infinità di brave persone, umane, sensibili e altruiste.

      Mi piace

Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra ch'io ho detto la mia...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...