Quattro chiacchiere · Schegge di vita · Senza categoria

Nel club degli…anta

Uno dei miei punti di forza è sempre stata  la vista.
Non dico una vista da aquila, ma i miei dieci decimi abbondanti li ho sempre avuti, e con essi ho avuto vantaggi e svantaggi.

Vantaggi:

– poter distinguere anche le cose più piccole senza dovermele appiccicare alla faccia
– poter ammirare a “occhio nudo” la bellezza di un panorama, di un fiore, di una stella
– riuscire a distinguere i colori senza fare casino ad esempio fra il verde e il blu
– riuscire a leggere anche le scritte piccole i titoli di coda dei film
– ecc., ecc., ecc….

Svantaggi:

–  dover leggere a tutti quello che loro non riuscivano a leggere, ivi compreso le etichette al supermercato a qualche vecchietta che non riusciva  vedere la data di scadenza dei prodotti
– essere l’incaricata cercatrice di pidocchi nelle teste di figli e nipoti in periodo scolastico
– ecc., ecc., ecc….

Per lo strano senso di onnipotenza di cui siamo preda da giovani, anch’io pensavo che niente mi sarebbe mai successo, che non avrei mai e poi mai avuto problemi di vista,  che non mi sarebbero  mai venute le rughe e le zampe di gallina, che non avrei mai avuto problemi di circolazione, di pressione ecc…
Pensavo: Ma a chi “a Me“? Ma se sto da Dio, non c’è verso, ci vedo benissimo, sento ronzare una mosca ad un km di distanza, ho la pelle fresca come una rosa, degli anticorpi in assetto da combattimento…no, a Me, no…

Ma nei proverbi c’è sempre un fondamento di verità, e  allora “da quaranta in là, ohi di qui, ohi di qua”

infatti…..

…ora sono un rocchetto.
A parte tutte le varie magagne, ivi compreso il crollo fragoroso dell’impalcatura facciale, ultima in ordine di apparizione (o di sparizione) è proprio la vista. Circa due anni fa, nuotando in piscina, mi resi conto che muovendo gli occhi, vedevo come dei fili di fumo ondeggiare e seguire il mio sguardo. Mi impaurii e corsi dall’oculista. Per fortuna niente di grave, solo un problema di scarsa idratazione del cristallino, da controllare periodicamente ma da curare solo bevendo acqua a fiumi. L’altro giorno sono stata al controllo e ho riferito un po’ di difficoltà nella messa a fuoco, sia da lontano che da vicino. Ecco fatto, quello che temevo si è avverato, la mia fantastica ultravista da donna bionica si è volatilizzata…entro quindi a pieno titolo nel club degli …anta con ben due, e dico due paia di occhiali!
Ma di una cosa sono sicurissima: l’unica cosa che non perderò con l’età è il mio spirito da teen-ager, e per questo voglio festeggiare lo stesso; facciamo cin cin…con gli occhiali!

Aggiornamento, 10 Febbraio: Ieri l’altro sono stata dall’ottico per scegliere gli occhiali, non ci crederete, è stato divertentissimo! Mi sentivo un po’ come Julia Roberts in Pretty Woman è stato fortissimo provarne e riprovarne tantissimi, alla fine non sapevo quale scegliere, ce n’erano diversi che mi piacevano parecchio, e allora ho dovuto chiamare Maurizio in soccorso e farmi consigliare anche da lui fra quelli che preferivo. E  poi a ben guardare (eheheh :-)  ) non mi sembra neanche di stare anche malaccio con gli occhiali. Ed è vero che i fin dei conti sono un accessorio che dà un certo non so che.

Annunci

12 thoughts on “Nel club degli…anta

  1. Io devo metterli solo per leggere e al lavoro per ora….ma che vuoi che sia, come dici tu quello che conta è lo spirito, ti auguro un buon inizio settimana! 🙂

    Mi piace

  2. ““da quaranta in là, ohi di qui, ohi di qua”? Che carina!

    Io la sapevo così: “Dopo la quarantina, un male ogni mattina”, però diciamocelo, dall’epoca l’età media si è innalzata, e possiamo tranquillamente cambiare il “quarantina” in “cinquantina”! 😉

    Mi piace

  3. @Scrutatrice: allora ho speranza…diventerò sciccosissima?
    @Silvia: anch’io non devo portarli sempre. Devo portare quelli da lontano per la guida notturna e per cinema e tv, e quelli da vicino per leggere e cucire…per adesso… 🙂
    @Bruno: per quello carina non sono neanche senza, hihihhih 😀 ma almeno così ho una scusa, no?!?!
    @Ifi: Carina anche la tua versione. Ma se sto così a quaranta, figuriamoci a cinquanta! Non mi ci far pensare, dài!

    Mi piace

  4. uh! io convivo con gli occhiali da quando di anni ne ho 22! suvvia… diventano, come giustamente ha detto Scrutatrice di Universi, un tocco, un look, una sciccosia che diventa una sorta di distinguo! io dopo l indicedente ho voluto regalarmi una pazzia, mi sono regalata questi https://www.swissflex.it/sito/classic.cfm se vai giù sulla pagina trovi tutte le personalizzazioni fatte con i cristalli e le forme delle lenti “strambe” … sono spettacolari. ti dimentichi di averli addosso.
    insomma, l occhiale ha il suo bel perché! 🙂

    ps. in veneto si dice “taccà i quaranta la roda se incanta!” (vicino ai quaranta la ruota si blocca)…

    Mi piace

  5. Ciao “collega” 😀 io ormai sono nella seconda fascia degli “anta”, quasi nella terza…o mamma, ma quanto sono vecchia ed acciaccata? Un bacione 🙂

    Mi piace

    1. eh… a dire il vero…
      sì… i miei comprensivi di antiriflesso, antistriscio, le stanghette fuxia e n. 12 brillantini sulle lenti tagliate con i gradini… glom… 350 neuri.
      ma era marzo, camminavo sì e no da una settimana dopo i 3 mesi in carrozzina e mi sono detta “fanculo, tre mesi fa potevo essere morta e invece no! mi tolgo sta soddisfazione” e li ho presi.
      e l ottico è stato così carino e solidale da avermi concesso il pagamento a rate 🙂

      Mi piace

Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra ch'io ho detto la mia...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...