Saluti e auguri

8 Marzo

Non ti scordar di me.

Con questo fiore, e non con la mimosa, io vorrei fare gli auguri alle donne. Alle donne che ne hanno bisogno. Quelle vittime di stalking, di abusi, di mobbing. Quelle che devono scendere a compromessi, prendere per necessità  decisioni che vanno contro i loro ideali. E che poi vengono biasimate per questo. Quelle per cui l’unica possibilità di scelta è la scelta del male minore. Quelle che non sanno più trovare una scusa decente per giustificare i lividi sul loro corpo. Quelle che vengono illuse, e poi deluse. Quelle che non sanno come sarà il loro domani, e quelle che lo sanno e ne hanno paura.
A loro faccio i miei auguri, che nessuno si scordi di loro.

Annunci

4 thoughts on “8 Marzo

  1. Nello spazio di @Sabby …. c’ è un mio post “A tutte le donne …”, che la mia amica volle lasciare come un “attestato” a voi, qualunque sia stata la vostra vita .
    Dunque, carissima @Rossana, non mi ripeterò …. ma mi limito a ribadire che Tu, Voi tutte, avete ogni ragione per PRETENDERE OGNI VOSTRO DIRITTO, giacchè la società ve ne nega ancora tantissimi e lascia correre, talvolta – con comportamenti indegni di uno stato laico e democratico – fingendo di non vedere le innumerevoli violenze che vengono tutt’ oggi perpetrate sulla vostra pelle, rendendoci amaro il vivere ….
    Un abbraccio fortissimo a te ed a voi tutte, ed un augurio : a che presto sia festivo ogni giorno dedicato a voi donne, giacchè ogni giorno, voi donne, ci date molto di voi !
    @Bruno …

    Mi piace

  2. Era da tanto che non rileggevo quel post. L’ho fatto adesso, e voglio mettere qui il link, http://leamichedelsabato.wordpress.com/a-tutte-le-donne-un-incoraggiamento-a-non-arrendersi-mai-firmato-serbruno/ , in modo che chi ne ha voglia possa fare altrettanto. Sono parole belle, sensibili, profonde le tue. Parole che meriano di essere lette da tutte, ma soprattutto da chi sta attraversando un periodo particolarmente buio, e avesse bisogno di un incoraggiamento.
    Grazie.

    Mi piace

  3. Già, a quelle donne che non hanno bisogno di mimose, ma di solidarietà, di qualcuno che difenda i loro diritti quando loro non ce la fanno più.

    Quelle con cui manifestare una “empatia di genere”, come la chiamò qualcuno, non urlando slogan per la strada, ma offrendo ascolto e aiuto concreto.

    Mi piace

Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra ch'io ho detto la mia...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...