Ridiamoci su · Senza categoria

Il taglio di capelli

 

 

Ho ricevuto oggi questa mail, e siccome ho uno spiccato senso dell’umorismo, ve la giro di corsa.

Storia densa di significato ….

Una mattina un fiorista andò dal barbiere per un taglio di capelli.
Alla fine, chiese il conto, ma il barbiere rispose: “non posso accettare denaro da lei, questa settimana sto facendo servizio alla comunità”.
Il fiorista ringraziò delle gentilezza e uscì. E il mattino successivo il barbiere trovò un biglietto di ringraziamento e una dozzina di rose alla porta del suo negozio.

Più tardi un poliziotto entrò a farsi tagliare i capelli e quando chiese di pagare il barbiere disse anche a lui: “non posso accettare denaro da lei, questa settimana sto facendo servizio alla comunità”.
Il poliziotto ne fu felice e il mattino successivo il barbiere trovò un biglietto di ringraziamento e una dozzina di ciambelle alla porta del suo negozio.

Venne quindi un Membro del Parlamento per il taglio dei capelli e quando passò alla cassa, anche a lui il barbiere ripeté: “non posso accettare denaro da lei, questa settimana sto facendo servizio alla comunità”.
Molto contento il Membro del Parlamento se ne andò.
La mattina successiva, quando il barbiere andò ad aprire il negozio, trovò una dozzina di Parlamentari in fila per il taglio dei capelli.

Questo, cari amici, chiarisce la differenza fondamentale tra cittadini e politici.
RICORDIAMOCELO: POLITICI E PANNOLINI VANNO CAMBIATI SPESSO E PER LA STESSA RAGIONE! 😉

Se non “girate” quanto sopra significa che non avete il senso dell’humor, ma niente di grave vi accadrà.
Ma ora speditela a tutti coloro che conoscete. 🙂

 

Annunci

9 thoughts on “Il taglio di capelli

  1. Concordo con @Silvia … è bellissima questa storiella, ed esaustiva ! 🙂
    E …. posso confessarlo @Rossy ???
    Mi piaci mooolto, in questa tua veste “zuzzerellona” ! :mrgreen:
    Come va, amica mia ?!?
    E i tuoi “lavoretti” ???
    Un abbraccio e … buon fine settimana ! 😀
    @Bruno …

    Mi piace

    1. Ti ringrazio Bruno, questa veste zuzzurellona è quella che in fondo mi si addice di più. Ridere è una delle cose che preferisco in assoluto!
      I miei lavoretti procedono, ho appena realizzato una coccarda per la figlia della mia amica del negozio, che dovrebbe partorire un maschietto (che non si chiama Niccolò, stavolta! 🙂 ) proprio in questi giorni. Appena mi manda la foto (perché a me è stato richiesto di fare la parte dipinta, il tulle poi l’ha aggiunto lei e l’ha montata) faccio il post. Altri progetti in cantiere, da inframezzare alla tesina d’esame di Gabry (ahimé), che stiamo facendo in questi giorni…(stiamo?!?!?! :-D)
      Buon fine settimana anche a te!

      Mi piace

  2. Ciao …. @Rossana ! 🙂
    Persone “seriose” d’ un tempo e poco aperte alla vita ( eh …. ce n’ erano pure nei bei tempi antichi 😦 ) dicevano che “risus abundat in ore stultorum” ( il riso, abbonda sulla bocca degli stolti … 😯 ), ma non credo sia così . Come mi capita spesso di scrivere, c’ è invece un tempo per piangere, ma c’ è anche un tempo per ridere …. e poche cose – a mio parere “errante” – sono rassicuranti e dolci, da udire e vedere, come il nascere e fiorire, sulle labbra da poco inumidite dalle lacrime, di risate di gioia schioccanti, genuine, solari, che illuminano gli occhi, che spezzano il dolore con l’ attimo strappato di felicità convinta e spensieratezza …. riflesso di una natura umana ch’ è, non soltanto aperta e ben disposta alla vita ( com’ è la tua amica mia ), ma – soprattutto – che della vita conosce ogni aspetto, anche quelli più amari, anche quelli in cui ci si smarrisce, eppure mai, nemmeno in quei momenti …. si dimentica delle bellezze incommensurabili che essa pur contiene ed offre a chi le sappia cercare … e cogliere col cuore ! 🙂
    Stretta è la foglia …. larga è la via
    dite la vostra ch’ io ho detto la mia ….
    ancor si rida, sempre e purchessia !
    Un abbraccio @Rossy ….non cambiare mai !!!
    @Bruno …

    Mi piace

  3. @Bruno: ridere significa aprirsi alla vita?…Oh, si….!!!! *.* Cielo, quando ero bambina ridevo fino al singhiozzo! 😀 Mi manca singhiozzare… 😦
    @Rossana: bella. 😀 Ma non la condividerò solo perché al momento non posso (quindi tra qualche giorno è possibile 😉 ) e poi beh…più che sense of humor sarebbe sense of reality. Succede spesso. Però vorrebbe pure dire che quel barbiere è straordinariamente bravo…:o
    ^^

    Mi piace

  4. Io, la vedo così, @Kary : la vita, è fatta – obiettivamente – di cose belle e di cose brutte, di aspetti, persone, situazioni che ci rendono felici di esistere, o che – in altre circostanze – ci amareggiano, destano in noi inquietudini … e non di rado solitudine . Dunque, se così è ( “ed è proprio così”, questo non potrebbe negarlo nessuno … ), c’ è un tempo per ridere, e c’ è un tempo per piangere .
    Per questo, solo chi si apre alla vita …. sa ridere e ridere di gusto, pur conservando in sè la parte amara, giacchè non disconosce che esiste anche l’ altro versante esistenziale in cui, per ridere non ci sarà più il tempo ! Idealisticamente – per come vedo io le cose – ognuno di noi, dovrebbe conservare nell’ anima sua una parte tragica ed una parte comica, imparando con l’ esperienza ad affacciarsi ora nell’ una ora nell’ altra, e senza lasciare che l’ una ( e cioè il sentimento della comicità della vita ) prevalga sull’ altra ( e cioè il senso tragico dell’ esistenza ), dal momento che se si rompesse l’ equilibrio la bella “vis comica” che ci allieta la vita scadrebbe nel grottesco della cialtroneria pagliaccesca, mentre dall’ altro lato un eccessivo senso della tragedia ci renderebbe “chiusi a riccio” a piangerci, vanamente, addosso anche quando fuori splenda un sole pieno, o a sera c’ incantano le stelle . Come diceva il saggio @Aristotele, virtus est in medietate, ed in quel giusto mezzo …. sarebbe cosa buona rimanere, per vivere meglio ! 🙂
    @Bruno …

    Mi piace

    1. Sarebbe un’idea, visto che senza l’agenda non vanno neppure al bagno, potrebbe essere un buon modo per ricordare loro a che livello di meschinità sono arrivati.

      p.s. grazie della visita e benvenuto nel mio blog.

      Mi piace

  5. @Bruno: lo penso anch’io. Troppo tempo a piangere serve solo ad prosciugarsi gli occhi, troppo tempo a ridere e si viene presi poco su serio. La vita è troppo imprevedibile per non cercare e trovare un equilibrio. 😀

    Mi piace

Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra ch'io ho detto la mia...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...