Lavoretti di tecniche varie · Pittura · W.I.P.

W.I.P “Anemone” 2^ Step

Complice il maltempo che non mi ha fatto mettere il naso fuori casa, e dopo aver involontariamente quasi dato fuoco alla cucina (un”piccolo” imprevisto ogni tanto ci salva dalla noia, no?!??!)  ho deciso che era molto meno rischioso per tutti se io mi fossi seduta.  Allora mi sono portata avanti con il campione del corso. La prima cosa che ho capito è che bisogna cambiare soggetto, oppure bisognerà ridimensionarlo. Il corso sarà di sei ore ed è il tempo che ho già impiegato ad arrivare fin qui. Considerando anche il tempo che servirebbe per la spiegazione e per le correzioni, loro ne impiegherebbero minimo otto. Vedremo cosa fare, d’altronde i campioni servono anche per questo. Mi pare che stia venendo bene, a parte alcuni piccoli lasciti che nel disegno si confondevano   (le due foglie piccole a sinistra del gambo sono da allungare fino alla base del fiore in quello spazietto bianco).

Ecco qua alla fine del 2^ passaggio.

Anemone-Step 2

Che ve ne pare?

Annunci

8 thoughts on “W.I.P “Anemone” 2^ Step

  1. E’ vero quanto scrivono le due nostre amiche che mi precedono, @Pennelli(dolcemente)ribelli …. ci sembra di crescere, petalo dopo petalo, fogliolina dopo fogliolina ….. insieme a quest’ anemone che con tanta cura dipingi …. e cresce anche, insieme al fiore, la piacevolezza di immaginarti “all’ opra intenta”, mentre intorno serra la natura, e gli animi, l’ inverno ! 🙂
    Magia dell’ arte, quando si fà umile … e non disdegna le piccole cose che, anche in una stagione avara, continuano a sorriderci, se ci fermiamo ad osservarle, e ad assaporarne la bellezza ed il calore ! 😀

    Mi piace

    1. Già, stagione proprio avara questa, che non sa dispensare altro che pioggia e umidità. Non vedo l’ora che tornino a fiorire gli anemoni, quelli veri. Li vedo a primavera fare capolino dal terreno e piano piano aprire la corolla viola. E subito dopo, zàc! ecco che qualcuno li coglie per farsene un piccolo bouquet (che non gli durerà più di due giorni). Ma dico io, se si chiamano fiori “di campo” ci sarà un motivo, no?!??! Proprio non lo sopporto. L’unica volta che lo tollero è quando sono i bambini piccoli che colgono i fiorellini per la mamma. Allora si che il cuore si scioglie. Ma le signore attempate che mettono il mazzolino sul mobiletto dell’ingresso proprio no. No e no. Grrr!!!

      Mi piace

Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra ch'io ho detto la mia...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...